Crea sito

Ristoratore pubblica foto del ladro su Facebook, rischia denuncia

Subisce un furto, pubblica le immagini su Facebook e ora rischia una denuncia. In termini tecnici per “divulgazione di immagini relative all’attività di indagine”. N.V., ristoratore di Desio, nel tardo pomeriggio di ieri ha postato sul proprio profilo Facebook il volto di un ladro che la sera prima era entrato nel suo ristorante, lo Shabu, a pochi passi dal centro della città brianzola. Ma il gesto di rivendicazione del torto subito sbattendo online il volto del ladro e dandolo in pasto ai commenti ‘giustizialisti’ della Rete è stato ammonito dalle forze dell’ordine: “Quelle immagini vanno rimosse”, avvertono i carabinieri.

Dopo l’incursione, dal registratore di cassa delle vittima sono spariti 300 euro. Il ristoratore si è rivolto ai carabinieri per denunciare l’accaduto, e da prassi sono partite le indagini. Affidate, soprattutto, alle immagini delle telecamere a circuito chiuso del locale. In queste è ben visibile il ladro in azione. E da qui i carabinieri di Desio contano di risalire all’identità.

Le cose, però, si sono complicate quando il titolare dell’esercizio ha deciso di agire per conto suo. Rientrato a casa, ha estrapolato alcuni fermo immagine dai nastri di video sorveglianza e, senza nemmeno oscurare il volto del ladro, le ha pubblicate. Una ‘libertà’ che però supera i limiti, spiegano appunto i militari, che vedono chiaramente un illecito nel comportamento del ristoratore. A questo punto per lui potrebbe scattare la denuncia. E come ulteriore beffa, la cosa potrebbe aver dato un vantaggio all’autore del furto, che ad esempio potrebbe tagliarsi barba e capelli.

“Comunicazione di servizio – questo il testo dell’avviso pubblico su Facebook – se qualcuno dovesse conoscere questo gentiluomo che la scorsa notte si è introdotto nel nostro ristorante …… potreste avvisarlo che ha fatto un errore più grande di lui ? Tolleranza zero per chi entra in casa nostra!”. Il post della vittima ha scatenato come detto la reazione rabbiosa degli utenti del social network. Ma entro poche ore tutto potrebbe essere oscurato visto che i carabinieri sono intenzionati a far rimuovere il post. (fonte)

Ti potrebbe interessare anche...