Crea sito

Facebook, ecco tutte le novità su come cambia il News feed

Facebook intende rivoluzionare la News Feed nel corso dell’anno appena iniziato, in modo da promuovere interazioni più significative per il singolo utente con post capaci di generare discussioni. La compagnia intende limitare il “consumo passivo” del servizio, promuovendo un’esperienza d’uso che possa portare a sensazioni positive dopo le continue critiche che sono state sferrate durante tutto il 2017 soprattutto sull’impatto negativo che Facebook ha nei confronti della società.

Le novità arriveranno progressivamente nei prossimi mesi “per dare più opportunità per interagire con coloro a cui gli utenti tengono”. Lo stesso Zuckerberg ha scritto un post sul social network per anticipare le novità, mentre in una nota stampa la compagnia ha fatto sapere in cosa consisterà nella fattispecie l’aggiornamento.

Ad oggi Facebook stabilisce la priorità da dare ad un post nel News Feed in base ad alcune variabili, come il numero di persone che reagiscono a quel post, lo commentano o lo condividono. Con l’aggiornamento la compagnia intende dare priorità anche ai post che generano conversazioni e interazioni significative tra le persone. Per farlo il sistema cercherà di prevedere quali sono i post su cui le persone potrebbero voler interagire con i propri amici, e questi post saranno posizionati in alto nel feed.

Questi post, inoltre, dovrebbero essere in grado di stimolare discussioni nei commenti (ricordiamo che di recente Facebook ha modificato la grafica dei commenti proprio per ricordare quella di un servizio di messaggistica), come ad esempio richieste di consigli, suggerimenti, o articoli e video che stimolano un’interazione. Nel 2018 Facebook darà maggiore priorità ai post di amici e familiari, che appariranno quindi in posizioni avanzate rispetto a quelli inseriti sul servizio da pagine pubbliche e inserzionisti di varia natura.

Facebook sottolinea che, visti i limiti di spazio presenti nel News Feed, il servizio mostrerà un numero inferiore di contenuti pubblici proprio in virtù del fatto che verranno preferiti quelli di amici e familiari. Ad oggi non è facile prevedere gli effetti che provocherà il nuovo approccio, ma è facile immaginare un calo della reach, un tempo di visualizzazione dei video inferiore e un abbattimento del traffico per le pagine. Ogni pagina, tuttavia, potrebbe ricevere un impatto diverso, in base al tipo di contenuti e al modo in cui gli utenti interagiscono.

La maggiore riduzione nella distribuzione sarà sentita soprattutto nelle pagine in cui le persone generalmente non reagiscono o non commentano, mentre quelle che generano conversazioni fra amici (e non sconosciuti) vedranno effetti di minore entità. Con l’aggiornamento, Facebook vuole eliminare il fenomeno dell’engagement-bait declassando i post che spingono furbescamente all’interazione ma la compagnia precisa: “Questo aggiornamento non c’entra con lo spostamento di tutti i contenuti delle Pagine nel tab Esplora. I post delle Pagine appariranno ancora nel News Feed, anche se potrebbero essercene meno”. (fonte)

Ti potrebbe interessare anche...