Crea sito

Controllare la batteria dell’iPhone ora si può, con iOS 11.3

Si era visto nelle prime ore dopo il rilascio del nuovo iPad “low cost” da 9,7 pollici annunciato a Chicago. Ora è disponibile per tutti, in perfetto orario con le scadenze che tutti si attendevano, cioè all’inizio della primavera, e in linea con le anticipazioni d’inverno. iOS 11.3 è un aggiornamento interessante anche se non proprio rivoluzionario per il sistema operativo mobile della Mela. Punta fondamentalmente su realtà aumentata, Animoji e salute. Ma anche sulle tanto attese impostazioni per tenere meglio sotto controllo la batteria e le prestazioni del proprio iPhone.

Realtà aumentata

Ma procediamo con ordine. Primo fronte ARKit, la suite grazie alla quale le applicazioni potranno offrire esperienze di realtà aumentata in grado di utilizzare superfici verticali come pareti o porte per dare vita ad arricchimenti del contesto (o a veri e propri mondi paralleli) per fare ciò che era già possibile con quelle orizzontali come scrivanie e sedie. Non basta: le applicazioni che sfruttano queste soluzioni possono mappare in modo più preciso le superfici con forme irregolari o rotonde. E anche gli oggetti come cartelli, manifesti e opere d’arte, spesso in due dimensioni, possono essere integrati e popolare così esperienze di realtà aumentata. Fra l’altro, la visione della parte reale, per così dire, migliora del 50% e supporta anche l’autofocus.

Orso, leone, drago e teschio

Capitolo Animoji. Le faccione animate che parlano e mimano il labiale dell’utente e che ci si può scambiare via Messaggi o importare e utilizzare altrove accolgono quattro nuovi soggetti. Si tratta di un leone, un orso, un drago e un teschio.

Controllare batteria e prestazioni

Capitolo batteria e privacy, fronti caldissimi degli ultimi tempi, per Apple – nel primo caso – e non solo. Per la riservatezza iOS 11.3 e macOS 10.13.4 introducono informazioni aggiornate sui dati e privacy che rendono più semplice per gli utenti capire come potrebbero essere utilizzati i propri dati personali. Verrà infatti visualizzata una nuova icona dedicata alla privacy e alle informazioni dettagliate ogni volta che Apple richiederà l’accesso a dati personali per attivare funzioni, assicurare servizi o personalizzare un’esperienza nel sistema operativo. Quanto alla batteria iOS 11.3 aggiunge nuove funzioni per mostrarne lo stato di salute e suggerire all’utente se sia il caso di rivolgersi all’assistenza. Occorrerà individuare questo pannello seguendo il percorso Impostazioni, Batteria ma solo dall’iPhone 6 e modelli seguenti.

Inoltre gli utenti potranno finalmente attivare o disattivare la gestione energetica che modula le prestazioni di alcuni componenti del sistema per evitare gli spegnimenti improvvisi. Insomma, quel presunto “rallentamento” che lo scorso anno costò alla Mela accuse di scarsa trasparenza. L'”interruttore” è ora disponibile in Impostazioni, Batteria per iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone SE, iPhone 6s, iPhone 6s Plus, iPhone 7 e iPhone 7 Plus.

Altre funzionalità (ma non in Italia)

Ci sarebbero poi due funzionalità importanti tuttavia non disponibili in Italia. La prima è Business Chat, lanciato in beta negli Stati Uniti e in Canada: le aziende possono comunicare con gli utenti e viceversa (questi potranno inviare messaggi quando fanno ricerche su Spotlight, Safari o Mappe) e concludere acquisti in chat sfruttando Apple Pay. Un po’ sulla falsa riga di WhatsApp Business. La nuova funzione Health Records, invece, allarga il progetto di monitoraggio dei dati medici da più fonti ai pazienti di altre 40 strutture sanitarie, dalla Duke University a Stanford.

Si chiude con altri ritocchi e sviluppi su diversi fronti, che toccano tuttavia singoli mercati, dal Brasile alla Cina. Fra questi, l’unico che riguarda anche l’Italia coinvolge Apple Music che proporrà video musicali senza la pubblicità e nuove video playlist. (fonte)

Ti potrebbe interessare anche...