Asteroide sfiora la Terra ed entra nell’orbita della Luna

asteroide-terra-luna

Il 7 giugno, alle 22.20 circa (ore italiane) un asteroide di 6 metri ha “sfiorato” la Terra, raggiungendo una distanza minima da noi di 153,000 km, 0, 4 volte la distanza media dalla Luna.

È una distanza ravvicinata ma «naturalmente di tutta sicurezza senza alcun rischio di impatto» ha detto l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope.

Avvicinamenti di questo tipo sono occasioni preziose, ha proseguito, «per affinare le nostre capacità di osservare e studiare i piccoli asteroidi ai fini del loro monitoraggio». Riuscire ad avvistare piccoli asteroidi come questo, ha rilevato l’astrofisico, dimostra «il grado tecnologico raggiunto dai programmi di ricerca automatizzata, anche se a volte qualcuno di questi corpi celesti sfugge alle survey, rivelando come sia importante il sostegno e lo sviluppo di progetti di questo tipo».

La NASA tiene d’occhio tutti i 12.992 oggetti vicini alla Terra conosciuti, scoperti all’interno del nostro Sistema Solare vicino alla nostra orbita. Si stima che di questi 1.607 siano classificati come oggetti potenzialmente pericolosi.

Nel mese di settembre 2015, Paul Chodas, responsabile del progetto Near-Earth Object (NEO) della NASA al Jet Propulsion Laboratory di Pasadena, ha dichiarato che “Non ci sono prove reali di un asteroide o di qualsiasi altro oggetto celeste  in traiettoria verso la Terra”.

Prima che qualcuno pubblichi su Facebook il contrario, nemmeno uno degli oggetti conosciuti ha qualche possibilità credibile di colpire il nostro pianeta nel corso del prossimo secolo. (fonte)

Ti potrebbe interessare anche...